Home > Argomenti vari > Al di là della follia

Al di là della follia

24 Marzo 2008

Al di là della follia c è una dimensione che rarissime volte si scontra…..o si incontra( difficile dirlo) con la realtà.

Solo gli uomini puri  possono fare un esperienza di questa dimensione, in quanto liberi da ogni condizionamento .

Si dice che le persone piu’ pure e piu’ sincere siano i pazzi, dicono sempre la verità, perchè la censura in loro è inattiva, loro vivono in una dimensione al di sopra del giudizio degli altri. 

 

ELOGIO ALLA FOLLIA

 

"Osservate con quanta previdenza la Natura

madre del genere umano, ebbe cura di spargere

ovunque un pizzico di follia.

Infuse nell’uomo più passione che ragione,

perché tutto fosse meno triste.

Se i mortali si guardassero da qualsiasi

rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure

ci sarebbe.

Se solo fossero più fatui,

allegri e dissennati,

godrebbero felici di un’eterna giovinezza.

La vita umana non è altro che un gioco della follia.

Il cuore ha sempre ragione. "

Erasmo da Rotterdam

 

 

maya

 

  1. 24 Marzo 2008 a 19:01 | #1

    Ricordo di aver studiato Erasmo a scuola. Anni fa.
    Mi erano piaciute le sue idee, quando sosteneva che essere cristiani è più una pratica di amore che una dottrina razionale, in aperto contrasto con il Luteranesimo imperante dalle sue parti. Del resto Erasmo non era nemmeno visto bene da Roma, vista la sua genialità un po’ fuori dagli schemi.

    E’ appena finita la Pasqua e come non ripensare a Erasmo alla sua visione del cristianesimo alle cui radici c’era la follia di un Dio onnipotente che si era fatto inerme per lasciarsi crocifiggere, una follia provocatoria per l’uomo di allora. E per l’uomo di oggi.

    Quandi contemporanei ci hanno pensato in questi giorni?

  2. 24 Marzo 2008 a 19:16 | #2

    Ti piace proprio la teoria di Erasmo… eheh… tutto bene? qui fa un freddo cane..

  3. 25 Marzo 2008 a 10:14 | #3

    grazie della visita!

  4. antonio76
    26 Marzo 2008 a 19:30 | #4

    Non lo so maya.. dipende da cosa si vuol intendere per follia.. Erasmo piace anche a me, ma la follia di cui parla lui è più elogio del piacere, della passione del vivere forse, che non della follia vera e propria.. se per follia indichiamo il disagio psichico, il soffrire psicologico, che si nutre nei giorni, negli istanti, di senso di angoscia, di vuoto, di senso di persecuzione.. allora non credo ci sia nulla di piacevole, ma solo un grande dolore.. dipende da cosa si intende per follia.. forse i folli sono più liberi, ma non sono più felici.. altrimenti non è di follia che parliamo.. onestamente la vedo così..

  5. 26 Marzo 2008 a 23:08 | #5

    non a caso nell’antica roma si usava fingersi pazzi o scandalosamente ubriachi per sputare in faccia a senatori o o alla società scomode verità… se non ricordo male si usava mettere in testa vasi o piatti come copricapo ma potrei sbagliarmi… bezito

  6. 27 Marzo 2008 a 2:09 | #6

    :: Senza troppo pensare, senza troppe spiegazioni… sì.
    Ha ragione.
    Chi? come chi… il cuore.

    Grazie per gli auguri… e ricambio pur se in ritardo.
    Un bacio. ::

  7. 27 Marzo 2008 a 20:59 | #7

    Talvolta cerchiamo la felicità in mille cose, eppure basterebbe, davvero, solo un pizzico di follia e buttare, per un attimo, la ragione alle ortiche!!!

    Un abbraccio

    Free

  8. 29 Marzo 2008 a 21:13 | #8

    Oltre ai Pazzi anche i Bambini e Quelli come Mia Sorella…

    “Beati i Puri di Cuore perchè di loro è il Regno dei Cieli….”

  9. 29 Marzo 2008 a 21:32 | #9

    un pò di follia per la colazione?:)))no grazie preferisco il nettare,anche se gli dei mi fanno paura.
    dico si sempre la ragione al cuore,ma non sempre tutti hanno un cuore.trovo puri solo i bambini,e solo fino a che non cominciano a subbire il nostro condizionamento.
    perferisco la passione che non diventa la follia.la follia fa male sempre,e qualche volta diventa anche una buona scusa per scampare dal giudizio per l’orribile che si fa.la follia come causa di rendere liberi mette fine alla liberta di chi non lo è.
    se dovessi contiunare,follemente ti porterei via un giorno intero per la lettura,allora meglio godere il nettare,si può fare anche per la cena vero?
    buona notte apetta,riposa le ali,che domani si continua il volo.:)
    un bacio da misty

  10. 30 Marzo 2008 a 17:51 | #10

    Buona Domenica Maya… sai io trovo che “follia” è una parola che si usa spesso.. come stress, depressione, ma raramente con una reale sostanza di quello che vuol dire.. comunque sono d’accordo che “La vita umana non è altro che un gioco della follia” specie alcune vite. un bacio.

  11. 30 Marzo 2008 a 18:55 | #11

    mi ha segnalato il tuo post Antonio Disordinatamente ed eccomi qui. Anch’io ho postato un articolo che parla del pizzico di follia che è presente in certi personaggi che sono magari molto vicino al nostro vivere quotidiano. E’ vero ciò che dici e lo condivido. Certe persone esprimono si sentono libere di esprimere una parte di sè giudicata dagli altri insolita e fuori dagli schemi, ma sicuramente sono persone semplici e sincere. Un saluto e complimenti per il blog.

  12. antonio76
    31 Marzo 2008 a 20:23 | #12

    Appello culturale da me, se puoi passa :-)

  13. 31 Marzo 2008 a 21:16 | #13

    sarei d accordo col comm di paola.

    a me qlcn dice ke sn marziana…

    ma mi va bene di essere ‘cosi’

    laddove per ‘cosi’ ognuno legga cio ke sente

    al di la di tt le flosofie

    .)

    cioo

    v

  14. 31 Marzo 2008 a 23:16 | #14

    parole interessanti x un argomento affascinante. Alla fine, però, rimane solo una cosa da dire: W I MARZIANI!!!

  15. 1 Aprile 2008 a 1:08 | #15

    Essere pazzi è fermarsi e restare incantati davanti al sole che tramonta… essere pazzi e fissare gli occhi di una persona e leggerne i pensieri, essere pazzo e vivere delle piccole e cose insignificanti che ti lasciano un segno dentro… cavolo adoro essere un pazzo!!!!!

    : )

  16. 1 Aprile 2008 a 13:02 | #16

    Sono pienamente d’accordo.

    Ho sempre vissuto la mia vita con un pizzico di follia,e così pure una mia amica che ora non c’è più.

    Ma che cosa è la follia?E’ secondo me un vivere la vita fuori dai “canoni comuni”,considerati normali dai più.

    Se vivi uscendo fuori da questi canoni comuni,la gente tende a considerarti un pò pazza!O pazzerella!

    Devi “adeguarti”e “omologarti”per essere considerato normale.

    Eppure per chi vive a proprio agio la propria pazzia,questo è assolutamente normale,e fa star bene…

    Vedi,io è da un pò che vivo in modo “normale”,senza una vena di pazzia,e sto vivendo male!

    Un bacio.faraluna

  17. 1 Aprile 2008 a 17:27 | #17

    e quelli che non sono pazzi e dicono lo stesso la verità sono coraggiosi fino all’eroismo… rarissimi, ma grazie al cielo ce ne sono

    ciauuu

  18. nua
    2 Aprile 2008 a 3:00 | #18

    In tutti noi c’è un pò di follia, ma riusciamo chi più chi meno a dominarla con la razionalità, i sentimenti si trovano al confine tra follia e razionalità, ed i limiti che ci poniamo sono dettati dai condizionamenti, mentre il vero amore è follia pura.

  19. 2 Aprile 2008 a 12:49 | #19

    Ciao Maya…ti lascio un saluto…:-)

  20. 3 Aprile 2008 a 22:51 | #20

    Ciao Maya, ti lascio un abbraccio ed un bacio

    Free

I commenti sono chiusi.