Home > Argomenti vari > sotto la pelle

sotto la pelle

26 Febbraio 2008



Sotto la pelle

Sotto uno strato sottile scorre la vita…

Oltre…

un magma di inquietudini, sogni, desideri, emozioni e sensazioni che ogni giorno si mescolano e creano "momenti" da incastonare nella freccia del tempo cui siamo destinati ad investire…

Cosa abita il nostro modo di "vivere" i giorni?

Melanconia?

Noia?

Nostalgia?

Entusiasmo?

Gioia?

Passione?

In quel sottile ultramondo che abita il nostro "essere", del quale possiamo avere solo sensazioni vaghe ed estemporanee, emerge lo scriversi addosso della propria storia ed il condizionamento del suo corso.

Sarebbe meglio essere consapevoli di tutti i momenti gli attimi più belli, come i più dolorosi, le emozioni (tutte), l’amore, sono a portata di mano!

Bisognerebbe sempre andare là, dove ti auguri di andare.

Cercare di essere ciò che desideri essere. Perché la vita è unica ed esiste solamente una possibilità di fare le cose che vogliamo.

I fortunati non hanno necessariamente il meglio del meglio. Cercano semplicemente il meglio di quello che essi incontrano sulla loro strada. Ma una cosa è certa: il più bel futuro dipenderà sempre dalla necessità di "dimenticare" il passato e fare in modo che non condizioni il presente.

Non si può andare tanto avanti nella vita se non si supera gli errori del passato e tutto ciò, o chi , ferisce il proprio cuore, i sentimenti che contiene.

Il dolore vissuto fino in fondo si trasforma nella misura più grande dell’amore" (Ezio Aceti).

 Quando mi capita di ripensare al   passato, ringrazio ogni persona che ha attraversato, condiviso o incrociato,  anche se solo per un istante la mia  vita,con il loro passaggio hanno arricchito il mio essere

Quelli che hanno segnato la mia vita …

Quelli chi mi hanno fatto ridere…

Quelli che mi  hanno  mostrato le cose positive quando ne avevo proprio bisogno…

O chi mi è stato accanto quando ho toccato il fondo…

Quelli di cui  non posso proprio  fare a meno.
Se non si fa pace con ciò che ci ha permesso di "essere" quello che si "è" fin qui, allora si perderà per sempre l’opportunità di illuminare ogni nuovo giorno.

"Lo spazio della propria vita non si riempie di innumerevoli respiri, ma di momenti che ti hanno tolto il respiro" …

 

 

 

maya

  1. 26 Febbraio 2008 a 13:58 | #1

    “Lo spazio della propria vita non si riempie di innumerevoli respiri, ma di momenti che ti hanno tolto il respiro” …

    nel bene e nel male, sono d’accordo!

  2. 27 Febbraio 2008 a 7:14 | #2

    l’essere consapevoli di tutti i momenti vissuti…

    dai più belli ai più dolorosi, e’ vero ed estremamente importante per capire la propria storia.

    Bellissimo post da leggere lentamente per assaporarne ogni singola parola!

    ciao,buona giornata

    ;)

  3. 27 Febbraio 2008 a 13:41 | #3

    ti ringrazio per aver linkato il mio post, ma sopratutto di condividere pensieri, parole, emozioni e modo di vivere che ci avvicina e taglia le distanze….

    buona vita a tutti

    Mayra G Louis

  4. 29 Febbraio 2008 a 14:11 | #4

    Condivido le tue parole, saggia Maya:-) ma quanto è difficile far pace con se stessi, con i desideri e le aspirazioni che non siamo riusciti a concretizzare..

  5. 1 Marzo 2008 a 15:47 | #5

    ma che bello passare di qui (dopo un bel pò di tempo…lo so,chiedo perdono!!!) e trovarti così carica!!!

    mi piace questo ottimismo e questa spinta a guardare avanti,a godere di ogni singolo istante,a trovare il meglio in ciò che abbiamo già.

    perchè forse il segreto è tutto lì…abbiamo in mano la felicità,ma impegnati a cercarla al di fuori di noi,non ci accorgiamo che è più vicina di quanto immaginiamo!!!!

    aggiungerei solo una cosa:io ringrazieierei anche le persone che mi hanno fatta piangere e soffrire…è a cnhe grazie a loro se oggi sono più forte!!!!

    1bacione

  6. 1 Marzo 2008 a 15:56 | #6

    Mi lascia senza fiato ciò che hai scritto cara Maya!

    A volte ricomnciare a respirare è difficile, ma è vero ciò che dici alla fine! Se non accadesse mai nulla la vita sarebbe piatta e ti ucciderebbe dentro. Gioie e dolori fanno crescere e prender fiato per andare avanti.

    Ti lascio qui il mio nuovo indirizzo…il blog è sempre lo stesso:-)

    Buon WE, A.

  7. 2 Marzo 2008 a 12:55 | #7

    Spero col tempo di diventare per te, una persona di cui non poter fare a meno.. sarebbe davvero un grandissimo onore… sai colorare la vita di una persona e renderla unica.. credo sia il regalo più bello per una persona!! : )

    ciaooo un Bacioneeee,
    Marco.

    P.S. Per quanto riguarda quello che mi hai chiesto sul mio blog.. penso che il l’unico modo per farlo incazzare, sia riuscire ad ottenere il più totale menefreghismo nei suoi confronti.. credo sia il colpo più duro!! non chesia facile, ma non impossibile!! : )

  8. 2 Marzo 2008 a 17:50 | #8

    :-)

  9. antonio76
    2 Marzo 2008 a 19:04 | #9

    Leggendoti non ero molto convinto di quando hai scritto “il più bel futuro dipenderà sempre dalla necessità di “dimenticare” il passato ” . Ma forse non lo eri nemmeno tu, perchè ciò che dici dopo, ed il modo in cui concludi, mi sembra vadano contro quell’idea. Il passato non va dimenticato secondo me.. va compreso.. va accettato se possibile.. in ogni caso (che sia bello o che sia brutto) sarà stato una forma di insegnamento per tutti noi.. dimenticare non serve ed è solo un’illusione.. serve capire e crescere.. anche se comporta dolore

  10. mistycg
    2 Marzo 2008 a 19:26 | #10

    il mio respiro spesso l’hanno tolto i dolori,cara maja,e pure
    si continua senza segni sul mio viso,alle volte mi incavolo per tanto,solo chi sa leggere gli occhi…e non sempre si puù fare quello che si vuole.alle volte ti trovi a dover fare le scelte senza che tu avessi voluto…e per quanto anche il millesimo di un secondo puo cambiare e segnare la tua vita del tutto.
    ma di “quelli” che hai scritto,non si puo fare di meno,mai.
    un bacio grande.
    hai raccolto abbastanza per donarmi un vasetto di miele?:)
    misty

  11. 3 Marzo 2008 a 4:26 | #11

    Spesso quando si tocca il fondo tutti se ne vanno.

    C’è solo la consolazione che Qualcuno che non ti lascia mai:Dio!Ed io Lui ringrazio che continua a starmi accanto.

    Bacio.faraluna

    P.S.:Straordinariamente la parolina è “divine!”

  12. 3 Marzo 2008 a 15:13 | #12

    eh sì…hai proprio ragione….:-)

  13. 3 Marzo 2008 a 17:55 | #13

    Ciao carissima Maya dovresti gentilmente, passare dall’altro mio blog ” Barrio de Tango” http://www.freespiritman.splinder.com c’è aria di premio for you!!! Ti aspetto!!!

    Un bacio

    Free

  14. 3 Marzo 2008 a 19:02 | #14

    Ed è stato bello viverli… vita che scorre tra memoria e disincanto. Solo luce di quella fiamma mai spenta che ci attraversa l’anima.

    David

  15. 4 Marzo 2008 a 18:49 | #15

    Con tutto quello che ti danno da mangiare è difficile non ingrassare! Certo è una tua libera scelta mangiare o no ma…dopo ore passate in acqua l’appetito è tremendo ihihihi

    baci

  16. fe
    5 Marzo 2008 a 17:58 | #16

    ciao maya, hai letto la mail che ha postato sillaba?… va bè chissà se poi sai di chi parlo, bezito

  17. 6 Marzo 2008 a 8:56 | #17

    “I fortunati non hanno necessariamente il meglio del meglio. Cercano semplicemente il meglio di quello che essi incontrano sulla loro strada. Ma una cosa è certa: il più bel futuro dipenderà sempre dalla necessità di “dimenticare” il passato e fare in modo che non condizioni il presente.”

    Questa frase non mi piace e non mi si addice… e non si addice neanche a te Maya. Tante volte ti ho detto che noi non siamo “colpevoli” per il fatto che esistiamo, ma che a volte, inconsapevoli (e per te posso dirlo con la mano sul fuoco), facciamo cose che posso anche far male a qualcuno… ma è “legittima difesa”.

    Un abbraccio, tvb

  18. mistycg
    6 Marzo 2008 a 10:23 | #18

    apetta,come va sotto le tue ali?
    un bacio da misty

  19. 6 Marzo 2008 a 13:16 | #19

    Ciao cara…ti lascio un saluto….:-)

  20. lella
    30 Gennaio 2009 a 0:14 | #20

    grazie,sei un essere meraviliosa,doni pace al mio cuore.

I commenti sono chiusi.